Le infiammazioni

Mastite

LE INFIAMMAZIONI DELLA MAMMELLA = MASTITI

Le infiammazioni della mammella si chiamano mastiti e si manifestano con gonfiore del seno e arrossamento della pelle. 
A seconda della gravità (1°,2°,3° grado) i sintomi possono essere più o meno evidenti ed estesi e associarsi a febbre e dolore.

Le mastiti sono di due tipi:

1) MASTITE PUERPERALE
2) MASTITE NON PUERPERALE

Mastite

Mastite puerperale:

E’ la più frequente (80% dei casi); si manifesta durante l’allattamento.
Il ristagno di latte all’interno dei dotti provoca infezione cioè proliferazione di batteri che determina l’infiammazione.

La terapia consiste nella somministrazione di antibiotici e nel mantenimento della suzione per evitare il ristagno.

A volte si forma un ascesso che è necessario incidere chirurgicamente. Consiste in una raccolta di pus incapsulata e non più raggiungibile dagli antibiotici.

Mastite non puerperale:

Si manifesta non nel periodo dell’allattamento. E’ meno frequente (20% dei casi).

Origina solitamente da una dilatazione dei dotti lattiferi principali che si trovano nella parte di mammella retrostante il capezzolo. 

I sintomi dell’infiammazione sono di solito più lievi e localizzati nel quadrante centrale, oppure c’è una secrezione di pus dal capezzolo, o la formazione di fistole (gallerie anomale tra i canali del latte e la cute lungo il contorno periareolare). 

Anche in questi casi è necessaria la terapia antibiotica e, a volte, alcuni interventi specifici per ogni quadro clinico, che consistono:

  • nell’asportazione dei dotti dilatati contenenti materiale infetto,
  • nella correzione del capezzolo introflesso che è una condizione predisponente,
  • a volte nel posizionamento di un filo all’interno della fistola con una doppia uscita esterna dal capezzolo e dallo sbocco anomalo periareolare.
Dr. Marzio Montanari

Contatti

Per qualsiasi informazione è possibile contattare la struttura "Città di Parma"

  • Tel: +39 0521 249611
Sei qui: Home Malattie della mammella Infiammazioni